Partners Tecnici
Convenzioni
Tavoli di Partecipazione

CAES è agente plurimandatario. Negli anni della propria attività ha sviluppato alcuni prodotti assicurativi specifici grazie all'intensa collaborazione con la Compagnia Assicurativa Assimoco.

IL GRUPPO ASSIMOCO

Fondato nel 1978, Assimoco è il Gruppo ASSIcurativo del MOvimento COoperativo italiano, un Movimento che da oltre 150 anni lavora per migliorare le condizioni materiali, morali e civili della persona.

L’appartenenza, la profonda conoscenza del mondo cooperativo, la fiducia e la relazione che si crea con i Clienti, consentono al Gruppo Assimoco di individuare e coprire i rischi che possono cogliere impreparato l’individuo, i suoi familiari e la sua impresa poiché ne condivide una missione comune: cooperare e proteggere.

L’offerta del Gruppo Assimoco, che ha sede a Segrate (Milano) propone soluzioni assicurative per la previdenza, il risparmio, l’investimento, la protezione della persona, del patrimonio e della professione.

Nobis Filo Diretto

Nobis Filo Diretto Assicurazioni è il marchio commerciale di Nobis Compagnia di Assicurazioni a valle della fusione con Filo diretto Assicurazioni. Una nuova realtà assicurativa, con un volume di affari di circa 200 milioni di euro nei rami danni, che affonda le proprie radici nell’esperienza trentennale di Filo diretto nell’assistenza ed è forte del know how specifico nell’automotive di Nobis.

Tutti i prodotti della nuova compagnia sono pensati per soddisfare i bisogni dell’individuo in termini di protezione, sicurezza e comodità e si avvarranno del supporto della Centrale Operativa, del Servizio Medico e del Call Center, operativi 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

DAS

D.A.S. è la più importante organizzazione internazionale specializzata nella tutela legale.
D.A.S. Italia, Compagnia fondata nel 1959, ha la propria sede a Verona e una struttura decentrata nella città di Bolzano, con un organico complessivo di 88 persone. Gli oltre cinquant'anni di esperienza l'hanno resa il punto di riferimento per il mercato dell'assicurazione di tutela legale.

CAES ha attivato con alcuni Partner convenzionati il Progetto “Promuoviamoci” attraverso cui è attivo un rapporto di promozione reciproca mediante la pubblicizzazione delle rispettive attività ed iniziative. Tale pubblicità avviene sui rispettivi siti internet tramite banner, link e newsletter specifiche oppure tramite la messa a disposizione di appositi spazi pubblicitari.

I nostri partner sono:

Altreconomia , un mensile nato nel novembre del 1999. Da allora, obiettivo di Altreconomia è di dare visibilità e spazio a stili di vita e iniziative produttive, commerciali e finanziarie ispirate ai principi di sobrietà, equità, sostenibilità, partecipazione e solidarietà. In questo, particolare attenzione è dedicata ai temi del commercio equo e solidale, dell’ambiente, della finanza etica e della cooperazione internazionale.
La scelta editoriale della rivista va oltre l’informazione: si tratta infatti di suggerire scelte, orientare consumi e comportamenti, favorire la consapevolezza e la partecipazione agli avvenimenti locali e globali. Al tempo stesso, l'impegno della redazione è raccontare i meccanismi dell'economia mondiale, denunciandone soprusi, storture, ingiustizie. Oggi Altreconomia è edita da una Cooperativa composta essenzialmente dai lettori della rivista. Un esempio pressoché unico nel panorama editoriale italiano, una straordinaria garanzia di indipendenza e correttezza dell'informazione.
Con Altreconomia, in particolare, la promozione è attuata su tutta la documentazione ufficiale di CAES (preventivi e contratti)

Retenergie Società Cooperativa che nasce nel 2008 e rappresenta un nuovo modello di gestione collettiva del bene comune “energia”. I suoi scopi sono la produzione di energia rinnovabile da impianti costruiti attraverso l'azionariato popolare, la vendita ai soci dell’energia prodotta e la fornitura di servizi ai soci quali analisi e riqualificazione energetica, gestione gruppi acquisto, cambio fornitore di energia

Jak Italia , Associazione che nasce in Italia nel 2008 sull’idea della banca JakMedslembank, operativa in Svezia da oltre 40 anni. La filosofia che guida l'azione di questa banca è il superamento del dogma del tasso di interesse. Modelli matematico-economici realizzati da economisti svedesi e tedeschi (Margrit Kennedy in testa) evidenziano che, circa il 90% delle persone paga in media, di interessi, più di quanto riceva. Ad oggi, l'obiettivo di JakItalia è quello di formare e fidelizzare una rete di persone e di realtà sul territorio nazionale che consenta di costituire quella massa critica che possa raggiungere, mediante un lavoro capillare di divulgazione e cura delle relazioni, la solidità e la qualità necessarie per permettere di realizzare e costruire un progetto bancario

Consorzio SIR Consorzio di imprese sociali, nostro socio

Urbana Società Cooperativa Sociale, nostro socio

Banca Popolare Etica è la prima e tutt'ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, opera su tutto il territorio nazionale attraverso una rete di filiali, banchieri ambulanti e grazie ai servizi di home e mobile banking. Nata nel 1999, Banca Etica ha raggiunto risultati incoraggianti: in questi anni ha raccolto il risparmio di organizzazioni e cittadini responsabili e lo ha utilizzato interamente per finanziare progetti di particolare interesse collettivo. Dalla nascita a oggi Banca Etica è cresciuta costantemente e ha erogato crediti per un totale oltre 2 miliardi a sostegno di quasi 25mila iniziative di organizzazioni, famiglie e imprese nei settori della cooperazione sociale, internazionale, cultura e qualità della vita, tutela dell'ambiente, diritto alla casa. Nel 2014 Banca Etica ha aperto la sua prima filiale all'estero, a Bilbao in Spagna.

Con Banca Etica dal 18/03/2016, in occasione di Fa’ La Cosa Giusta a Milano, abbiamo inaugurato una collaborazione ed un'attività di promozione reciproca Per ogni polizza stipulata da soci o clienti della prima banca italiana interamente ispirata ai principi della finanza etica, verranno versati 2 € nel fondo di garanzia "Sostieni impresa", il fondo realizzato in collaborazione con Libera e Fondazione Antiusura Interesse Uomo per facilitare l'accesso al credito di imprese giovanili e per promuovere l'occupazione e la dignità del lavoro.

Cittadini per l'aria è un'associazione non profit che concentra la propria attenzione sulla qualità dell’aria che respiriamo, collaborando ai processi normativi e sostenendo la partecipazione dei cittadini nell’individuare le politiche più idonee a migliorare la qualità dell’aria.

L’associazione valuta e monitora le norme nazionali sul tema e sostiene localmente iniziative nazionali ed europee atte a migliorare le politiche sulla qualità dell’aria.

Sostiene inoltre le buone politiche per l’aria anche in sede giurisdizionale.

Equo Garantito – Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale - è l’associazione di categoria delle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale italiane.

Rappresenta le esperienze e la cultura dei suoi soci: organizzazioni non profit e Botteghe del Mondo che promuovono i prodotti e i principi di un’economia di giustizia fondata sulla cooperazione e su relazioni paritarie tra i soggetti che partecipano alla realizzazione di un bene.

L'associazione offre alle proprie Organizzazioni socie un sistema certificato per garantire che le prassi contrattuali rispettino i valori del Commercio Equo descritti nella Carta dei Criteri del Commercio Equo e Solidale, di cui l’associazione Equo Garantito è depositaria.

Equo Garantito raggruppa 82 realtà Equo Solidali, coinvolgendo più di 33mila soci e quasi 5 mila volontari.

Amnesty International si definisce come un movimento di persone determinate a creare un mondo più giusto, in cui ogni persona possa godere dei diritti umani sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani.

Attraverso attività di ricerca (tutte le azioni sono basate su fatti documentati), campagne (raccolte di firme, manifestazioni e pressioni dirette nei confronti delle istituzioni) e sensibilizzazione/informazione su tutti i canali, l'associazione mette in evidenza le ingiustizie, dando voce a chi non ha voce.
Amnesty International promuove inoltre dei programmi educativi al fine di favorire la presa di coscienza di individui, gruppi e comunità.

Dal 1961 Amnesty ha contribuito a ridare libertà e dignità a oltre 50.000 persone, salvando 3 vite al giorno.

La cooperativa sociale Pace e Sviluppo ONLUS è un movimento di consumatori solidali e attenti, radicata e ben presente sul territorio nelle province di Treviso, Venezia, Padova e Pordenone.

Pace e Sviluppo è una realtà di commercio equo e solidale riconosciuta da Equo Garantito ed è socia fondatrice del consorzio Ctm altromercato, la principale realtà di commercio equo italiana e tra le prime europee.

E’ un movimento di oltre 1800 soci e 350 volontari che opera attraverso attività di sensibilizzazione e informazione sul territorio e proposte di acquisto responsabile all’interno dei suoi 11 punti vendita sparsi nel territorio di 4 province e due regioni. Tra questi, l' altromercato store, il più grande negozio equo e solidale d’Italia.

Pace e Sviluppo ha ideato e organizza a Treviso la Fiera 4 Passi, la più grande manifestazione del nord est dedicata alla sostenibilità ambientale e sociale.

Quetzal Società Cooperativa Sociale Onlus, nostro socio

L'idea di CAES nasce dall'esigenza, anche in ambito assicurativo, di modificare l'esistente attraverso il gesto economico, che in Italia chiamiamo altra economia.
A dare corpo all'altra economia sono Cooperative, Associazioni, Fondazioni, ONG, Onlus, GAS, ed altre realtà appartenenti al Terzo Settore, che lavorano in tutti i settori, dall'agricoltura (biologica) al commercio (equo), dal turismo (responsabile) alla finanza (etica), in una direzione ove l'investimento del tempo volontario e professionale tendano a coincidere.
Questo modo d'intendere e fare economia interessa 550.000 addetti ai lavori, corrisponde al 3,6% del PIL e, a partire dagli anni '80, ha dato vita ad una inedita linea di pensiero e di sensibilità; esso è l'humus da cui muove CAES che ha sviluppato nel tempo una notevole capacità di ascolto al fine di andare incontro alle esigenze di tutte le realtà che agiscono nel rispetto dei principi e dei metodi propri dell'Economia Solidale.

Dall'assemblea dei GAS e dei DES di Osnago (2010) è emersa l'esigenza del mondo dell'Economia Solidale di approfondire questi strumenti e di trovare una modalità per farli interagire sui progetti sempre più strutturati delle reti di Economia Solidale (filiera corta, logistica e distribuzione, certificazione partecipata, ecc).
Composto da CAES, la mutua di autogestione Mag2 di Milano, Banca Popolare Etica, l'Associazione Soliles (SOLidarietà all'Impresa ed al Lavoro Etico Sociale) ed alcuni Gruppi di Acquisto Solidale (GAS)/Distretti di Economia Solidale (DES) lombardi, il Tavolo della Finanza Etica Lombardo si pone come obiettivo la creazione di strumenti di finanza etica sul territorio lombardo, prospettandone un'evoluzione nazionale. Il Tavolo rilancia in particolare il progetto per i DES che mira da una parte a proporre la costituzione di Fondi di Solidarietà, dall'altra a stimolare l'accantonamenti di risparmi in fondi utilizzabili per sostenere o avviare iniziative imprenditoriali a carattere locale, interregionale o nazionale, attraverso uno specifico rapporto col mondo della finanza etica.
Dal Tavolo della Finanza Etica Lombardo, il 06/02/2016, nasce la Rete di Economia Solidale RES Lombardia. Essa si configura come associazione di secondo livello, aperta ai soggetti di rete (anche informali) ed alle organizzazioni del mondo eco.sol lombardo che ne condividono obiettivi e progetti.

Il Gruppo di lavoro sulla Finanza Etica Mutualistica e Solidale rientra all'interno del Progetto "RES" (Rete di Economia Solidale), un esperimento in corso per la costruzione di una economia "altra", a partire dalle mille esperienze di Economia Solidale attive in Italia.
Questo percorso è stato avviato il 19 ottobre 2002 a Verona nel corso di un seminario sulle "Strategie di rete per l'Economia Solidale", in cui le numerose realtà convenute hanno deciso di affrontare questo viaggio collettivo. Un primo passo è stato la definizione della "Carta per la Rete Italiana di Economia Solidale", presentata al Salone Civitas di Padova il 4 maggio 2003.
Ora il percorso prevede l'attivazione di reti locali di Economia Solidale, denominate "distretti", come passaggio fondamentale per la costruzione di una futura rete italiana di Economia Solidale.
Questo progetto è sostenuto da un gruppo di lavoro su base volontaria a cui partecipano diversi soggetti dell'Economia Solidale italiana.
Il Gruppo di lavoro sulla Finanza Etica Mutualistica e Solidale coinvolge, a livello nazionale, tutte le realtà che si occupano di queste tematiche, sia a livello di soggetti proponenti che di destinatari di strumenti di finanza etica (rappresentanze di alcuni GAS e DES). L'obiettivo è quello di confrontarsi sul significato e sull'applicazione della finanza etica in Italia, partendo dalle normative di legge esistenti e promuovendo la nascita e la diffusione di nuovi strumenti di finanza a favore del mondo del consumo critico.

Creata partendo dal Tavolo “Verso la Mutua Assicurazione Etica di Comunione” il 14/06/2015 dall'incontro fra diversi operatori assicurativi, l'Associazione "Verso la mutua di assicurazione - bene comune" si propone come obiettivo quello di creare interesse intorno ad un concetto fondamentale: ritornare a vedere l'assicurazione come uno strumento di mutualità. Vuole pertanto coinvolgere altri agenti assicurativi od operatori del settore, sensibili a questo tema, in modo da sviluppare insieme metodologie e strumenti operativi per riportare gradualmente eticità all'interno del settore assicurativo. La realtà si prefigge inoltre l'obiettivo di riconoscere e promuovere il valore sociale della mutua di assicurazione, anche attraverso appositi percorsi culturali.
CAES è socio fondatore dell'Associazione.

Organo di confronto interno al consorzio, il Tavolo di lavoro interno è composto da tutti i lavoratori e si riunisce mensilmente o in base alle singole necessità operative. Ha l’obiettivo di favorire il confronto di idee e proposte su vari aspetti tecnici/operativi o semplicemente organizzativi tra i lavoratori in modo da consentire una maggior collaborazione tra tutti.